La Festa di Garibaldi

Era il 2 agosto del 1849 quando Giuseppe Garibaldi con la sua amata Anita e le sue truppe arrivò a Cesenatico, cercando mezzi e sostegno per raggiungere Venezia e combattere l’esercito austriaco. Trovò aiuti e mezzi e ripartì con 12 bragozzi e una tartana alla volta della laguna.

Sebbene Garibaldi venne intercettato e costretto a sbarcare nell’attuale Porto Garibaldi e Anita perse la vita proprio durante questa fuga, Cesenatico ogni anno fin dal 1855 rievoca questo evento con una festa rievocativa ricca di tradizioni e di spettacoli pirotecnici davvero imperdibile.

Trovandosi a due passi dal centro il Club Family Hotel Executive Cesenatico è vicino alla Festa di Garibaldi e ti vogliamo dare i maggiori dettagli possibili perché tu e la tua famiglia possiate assistere alla festa senza perdere nessun momento di divertimento.

La festa si svolge il primo weekend di agosto e per due giorni gli eventi si susseguono per dare il giusto ritmo a questa rievocazione storica.

Si parte sabato quando lungo il Porto Canale Leonardesco barche tradizionali, provenienti da tutta la costa e qui riunite dal Museo della Marineria di Cesenatico, alle 15:00 usciranno dal porto e sfileranno all’orizzonte in una veleggiata lungo costa molto suggestiva, che si può ammirare da tutta la spiaggia e dai moli.

La sera invece alle 21:00 ha luogo l’evento clou della festa: il Palio della Cuccagna tra  i Quartieri. Preceduta da una sfilata di tutti i partecipanti, al suono di una delle bande musicali cittadine coinvolte, questa sfida tra 10 rioni cittadini vedrà 50 cuccagnotti cercare di scalare il palo cosparso di grasso di ben 14 mt di altezza, per decretare il Quartiere vincitore dell’anno.

La domenica si inizia alle 9.30 tutti in camicia rossa per la Sfilata Storica dei Garibaldini. Accompagnati da tutta Cesenatico al ritmo della musica di una delle bande cittadine partecipanti alla festa, si sfila per le vie del centro: la prima tappa ovviamente è il monumento a Garibaldi in piazza Pisacane, che qui è straordinariamente rappresentato senza cavallo; si procede sostando sotto la vecchia casa sul porto che ospitò la febbricitante Anita; a questo punto c’è il saluto ufficiale delle autorità a tutto il corteo davanti al cippo in Piazza Ciceruacchio; infine l’ultima e più suggestiva tappa a bordo delle barche tradizionali con le variopinte vele al terzo dispiegate e dalle quali lanciare le corone a omaggiare l’eroe dei due mondi.

Alle 22:00 finale letteralmente con il botto, perchè sulla spiaggia libera di Cesenatico avrà finalmente luogo l’evento più atteso, soprattutto dai bambini: un fantasmagorico e scoppiettante spettacolo pirotecnico a tempo di musica da ammirare in cielo e riflesso sull’acqua.

Una festa ricca di musica, spettacolo, tradizione, storia ed emozione… davvero da ricordare, così come merita di essere ricordato l’eroe che tanto volle un’Italia unita.